I miei viandanti

lunedì 22 aprile 2013

Polemizzando

Che dire di questi giorni?


Sono talmente arrabbiata, disgustata, che mi è venuta l'influenza, febbre, raffreddore, mal di gola, emicrania, vomito...insomma, ho seguito le votazioni prostrata sul divano, sempre più incredula  e con una voglia tremenda di scendere in piazza con il forcone, se solo fossi riuscita a reggermi in piedi.

Davvero, hanno cominciato con la pessima candidatura di Ignazio Marino come sindaco di Roma, una candidatura che ho osteggiato con tutte le mie forze, andando per la prima volta ( e anche l'ultima) a votare alle primarie del Pd. Che già dalla sede dove si votava , bisognava davvero essere motivati, un bar situato in una stradina sperduta dentro Boccea, praticamente si votava seduti al tavolo del bar.
Nessuna delle candidature era forte, convincente, ma  io ci sono andata di proposito per supportare Patrizia Prestipino, poco conosciuta ma con molte qualità che ho subito apprezzato, oltre quelle politiche. Ovviamente è andata malissimo, ma non pensavo così male.
Alle elezioni non voterò il signor Marino, mi dispiace veramente di dover non votare oppure disperdere il mio voto per la prima volta nella mia vita, ma una persona che ha fortemente osteggiato l'articolo14, migliorativo della legge europea sulla vivisezione, non avrà il mio voto, per una questione di principio.
E' ovvio che come sindaco di Roma non avrà modo di fare danni in questo senso, ma
una persona che non vuole un miglioramento delle condizioni della sperimentazione sugli animali (che ovviamente sarebbe meglio abolire del tutto), ossia un limite al numero di sperimentazioni per ogni animale, il divieto di allevare cani e gatti per scopo sperimentale e l'anestesia per attenuare il dolore, non è una bella persona, e con questo ho detto tutto.

E già stavo con un diavolo per capello. Ma quello che è successo questi giorni davvero supera ogni limite, ogni più funerea previsione.
Avevamo la possibilità di ricominciare daccapo, con un nuovo degnissimo presidente, e poi cercare di fare un governo forse traballante, ma con alcune leggi in programma urgentissime come quella elettorale, e poi ancora quella sul conflitto d'interessi, rimandata per vent'anni da governi di destra e di sinistra.
La legge elettorale deve essere cambiata soprattutto per ridare agli elettori la possibilità di scegliere chi mandare in Parlamento e chi no, invece di farseli imporre dai partiti: il disastro politico e la cialtroneria di questi ultimi anni sono il risultato, secondo me, di queste mancate scelte, perché sono sicura che molta di quella gentaglia non sarebbe mai stata eletta, se avessimo potuto scegliere noi e non loro. Ho visto e sentito cose, da esponenti di ambedue gli schieramenti ma soprattutto del Pd, che veramente mi hanno fatto salire il sangue al cervello: una arroganza, un menefreghismo nei confronti degli elettori, una cecità che spero paghino, alle prossime elezioni, perché come diceva Michele Serra nel suo lucidissimo editoriale, ce ne ricorderemo. Eccome se ce ne ricorderemo.

E oltretutto ci troviamo daccapo con una destra che davamo finalmente per spacciata, la peggiore destra dai tempi del fascismo, capeggiata da un anziano signore che dovrebbe stare in galera da tempo, e invece imperversa da vent'anni, anche grazie ad una sinistra disastrosa, debole, inconcludente, arrogante, se non addirittura connivente.

Insomma, sono davvero arrabbiatissima, non ho neanche voglia di postare un dolcetto o scrivere qualcosa di più allegro.

Fortunatamente almeno l'influenza sta passando, è rimasto solo un fortissimo raffreddore!

E voi, cosa ne pensate degli avvenimenti di questi ultimi giorni?

41 commenti:

  1. Condivido tutto ciò che hai scritto.. perchè è la stessa rabbia.. la stessa delusione.. lo stesso schifo che sento io.. e per giunta arrivato in un momento che il dente avvelenato già lo avevo per via del mio licenziamento avvenuto poco più di 2 settimane fa.. un abbraccio..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara, sfondi una porta aperta...ho perso il lavoro il 31 dicembre!

      Elimina
  2. E'un momento veramente difficile!!!! Tanti cari auguri di una pronta guarigione!!! Un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
  3. Ma vuoi vedere che oltre a essere vicini di idee siamo anche vicini di casa? Anch'io ho votato per la Prestipino in zona Boccea (Casalotti)! Bersani è diventato irriconoscibile: pessime scelte una dietro l'altra che peggio non si sarebbe potuto. Ottimo sistema per regalare l'Italia a Berlusconi che invece di stare in galera ancora imperversa con il sostegno dei Berluscones, che evidentemente anche loro hanno tutto l'interesse a mettere il bavaglio alla magistratura ecc. ecc. Ma che abbiamo fatto di male per meritarci tutto questo???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io abito verso Cornelia, un pochino prima di Casalotti...ho sentito parecchia gente che ha votato la Prestipino, perché invece ha ottenuto così pochi voti? mistero...

      Elimina
  4. Se dovessi scrivere quello che penso della politica italiana degli ultimi 20 anni, scriverei solo parolacce, è per questo motivo che spesso mi astengo dai commenti su fb, non che avessi molta fiducia, ma l'elezione del presidente della repubblica doveva essere una cosa semplice, invece...
    Cavoli sono propio buoni a nulla!!!

    RispondiElimina
  5. Abbiamo avuto ulteriore dimostrazione (nel caso fosse necessario) che ai ns politici di noi, dei giovani, dell'Italia non importa assolutamente nulla.
    Ed è molto triste.........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non sono una di quelli che spara sulla casta a prescindere, ma in questo casa davvero è una casta chiusa, che non sente niente e nessuno al di fuori del palazzo, completamente avulsi dalla società vera

      Elimina
  6. Cara Geillis,sono amareggiata come te!Questo mondo cade sempre piu' e quello che succede in politica è schifoso!Sono preoccupati per i nostri figli!Spero che almeno tu ti senta meglio fisicamente!Ma questo clima che ci avvolge non ci fà vivere tranquilli!Bacioni,Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un pochino meglio, sono sulla via della guarigione, grazie!

      Elimina
  7. Non solo approvo in toto questo stupendo discorso, ma sai che faccio? Lo condivido su Facebook! Posso? :-)

    RispondiElimina
  8. Purtroppo si va sempre peggiorando.. che amarezza!
    Grazie per il tuo post così costruttivo e carico di sdegno!

    pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è uno sfogo che proprio non sono riuscita a reprimere!

      Elimina
  9. Come la penso l'ho scritto sul blog e condivido tutto quello che scrivi.
    Non c'è da stare allegri.
    Ti abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
  10. anche io sono schifata e arrabbiata, ma la cosa che mi fa più male da donna che ha sempre votato a sinistra è la gestione Bersani, che è riuscita per pura ottusità a far uscire da tutto ciò un Berlusconi di nuovo vincente.
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  11. sfogo condivisibile e da me condiviso appieno! evito ulteriori commenti perché la situazione attuale mi porta di imprecare contro quale che sia il polito preso in esame. Mi sento demotivata e demoralizzata come un po' tutti, credo. buona settimana e auguri per i tuo raffreddore, che gli strascichi svaniscano presto. ciao

    RispondiElimina
  12. non so come la sinistra sia riuscita a fare delle scelte da autodistruzione,una serie di autogol impensabili. Quello che sento è una tristezza e un avvilimento senza precedenti , mi sembra di vivere in un film , ma che sta succedendo? ti abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti è assolutamente inspiegabile!

      Elimina
  13. Cara, la pensiamo esattamente allo stesso modo... Grazie a condividere il tuo sfogo, avrei dovuto farlo anche io. Sono sgomenta da tutto ciò che sta accadendo ma anche preoccupata. Una nuova chance a Berlusconi (sono esterrefatta) e siamo fritti... Mi fanno venire tutti, soprattutto gli esponenti del PD, un prurito alle mani. E dire che sono sempre stata di sinistra... Un bacio, cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io, Ros, ed è questo che mi fa arrabbiare di più!

      Elimina
  14. Purtroppo siamo un Paese che non vuole proprio cambiare, c'è tanta amarezza perché siamo in mano a degli incompetenti!
    Federico

    lavaligiasottosopra.blogspot.it

    RispondiElimina
  15. Tutto è andato male, è vero, anche se su Marino la vedo un po' diversamente.
    Ora più che mai va sostenuta la democrazia che ci hanno regalato nel lontano secolo scorso. Non voti di protesta ma di senso. Indignazione e rabbia vanno bene ma tutto in senso costruttivo.
    Sono giorni grigi per la nostra repubblica, non c'è da stare tranquilli. Io sono seriamente preoccupata. Lo sbando è totale. L'economia non rifiata. La disoccupazione aumenta. Non bastano più le offerte speciali per fare la spesa.
    Ora, adesso, il disgusto che tutti proviamo (o almeno che proviamo in molti) va incanalato nella democratica pretesa che tutto ricominci a funzionare. Con regole nuove, più snelle e logiche di quelle che ci hanno inchiodato per anni, troppi anni.
    Riprendiamoci dallo choc.
    Non abbiamo più tempo, occorre agire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Marta, ognuno ovviamente ha una sensibilità diversa rispetto a certi argomenti, per me ci sono degli argomenti su cui sono particolarmente sensibile e quello degli animali lo è, capisco per altri possa sembrare secondario, per me no.
      Per il resto condivido in pieno! Grazie per il tuo commento pieno di passione!

      Elimina
  16. Disamina assolutamente calzante, codivido. C'e' ne ricorderemo ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anisja, speriamo solo che il popolo italiano non abbia la memoria corta, come al solito

      Elimina
  17. Laura cara... come non approvare tutto?
    L'Italia sta andando allo sfacelo e non se ne vogliono accorgere... non so che aggiungere a ciò che hai detto tu. Un abbraccio e stai bene :)

    RispondiElimina
  18. sono assolutamente d accordo con te e con i vari commenti il problema è nella nostra natura di individualisti l unione fa la forza siamo incapaci di opporci seriamente di lottare per i nostri diritti.
    donatella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, il popolo italiano è un popolo di individualisti, il bene comune è un concetto a noi abbastanza difficile, mentre altri paesi ce l'hanno ben chiaro, e lottano per esso!

      Elimina
  19. Anch'io sono assolutamente d'accordo! Alla fine abbiamo fatto e stiamo facendo una figura davvero pietosa!Napolitano non mi dispiace ma il fatto che l'abbiano ricandidato ti dice quanto non son capaci di fare un'emerita mazza!Mi fanno addirittura schifo tutti, destra, sinistra, centro.. non credo ci sia uno che si salvi e semmai c'è se lo magiano in un sol boccone!Devo dire che non li sopporto più ..in primis il berlusca e poi a seguire tutti…ormai se li vedo cambio canale.. e non è una bella cosa da dire!
    Comunque …la speranza è l'ultima a morire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. neanche io li sopporto più, in questi giorni ho fatto davvero un'overdose di politica, ora basta!!!

      Elimina
  20. Brutti tempi.
    Una pronta guarigione a te!

    RispondiElimina
  21. Delusa ed incazzata come te non voterò neanch'io per la prima volta...

    RispondiElimina

Pellegrino che ti aggiri per queste lande incantate, mi farebbe piacere una traccia del tuo passaggio...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails