I miei viandanti

domenica 28 ottobre 2007

Frittata di patate di mamma


Girellando per i vari blog, ho visto un sacco di ricette invitanti, che ho accuratamente messo da parte nel mio Ricettario. Sono molti i bloggers (di sesso femminile, ma non sempre) alle prese con creazioni culinarie e anche altri argomenti interessanti.
Anch’io vorrei postare le mie ricette, quelle di famiglia e anche quelle che ho raccolto in questi da anni da persone conosciute, mamme di amiche, vecchie ricette di paese.
Il problema è che, assaggiando di qua e assaggiando di là, poi rischio di rotolare!
Forse è meglio cominciare con cose semplici, che si fanno abitualmente…



Frittata di patate di Mamma

Ecco una ricetta casalinga semplice, credo che risalga addirittura a mia nonna…ai tempi in cui con quattro patate e una cipolla si rimediava una cena calda e gustosa, soprattuto d’inverno.
E’ buona sia calda che a temperatura ambiente, e il giorno dopo ancora di più!

Per 3-4 persone (noi ce la pappiamo in due, però è piatto unico): una padella di 22-24 centimetri di diametro antiaderente (mamma la fa in una vecchia padella di ferro tutta annerita, e viene buonissima, ma io vado sul sicuro) a pareti alte (la mia è di 6 cm, ma va bene anche più bassa)
900gr (anche un chilo) di patate di media grandezza, sbucciate e lavate per togliere l’amido
Una cipolla piccola o scalogno
Olio di oliva
Sale e pepe

In una capiente casseruola le patate coperte d’acqua per lessarle (devono essere morbide, ma non completamente sfatte)
Si schiacciano con la forchetta, accuratamente, oppure si passano con lo schiacciapatate: se si freddano è difficile schiacciarle bene, meglio farlo quando sono calde, non devono rimanere a tocchetti, ma devono venire proprio schiacciate, come per il purè.

Nella padella far imbiondire lo scalogno o la cipolla tagliati sottili, con 4 cucchiai d’olio di oliva

Si buttano le patate schiacciate, si cominciano a girare con la forchetta in maniera da mescolarle all’olio e alla cipolla e insaporirle bene, per circa 3 minuti (attenzione a non farle attaccare)



Nel frattempo regolare di sale (io ne ho messi quattro pizzichi abbondanti) e aggiungere un pizzico di pepe.
Se necessario (se le patate sembrano un po’ secche) aggiungere ancora un filo di olio (ma non esagerare, perché se la frittata è oliosa si rompe) e continuare ad impastare con la forchetta

Dopo qualche minuto regolarle ancora di sale, spianarle bene con la forchetta e, a fuoco moderato, aspettare che si formi sotto una bella crosticina dorata, senza toccare la frittata (se si rompe, sono guai)





Ci vorranno circa cinque minuti a parte, comunque controllare appena sotto il bordo della frittata a che punto è la doratura.

A questo punto, la fase più delicata: girare la frittata, prima su un piatto (io uso un coperchio delle dimensioni precise della padella, a incastro così non mi perdo i pezzi di frittata)
E poi farla scivolare di nuovo nella padella, dopo aver versato ancora un filo di olio sul fondo per evitare che si attacchi, ma solo se la vostra padella non è un granchè, sennò non dovrebbero esserci problemi (in ogni caso vi conviene procurarvi una buona padella)
:-)
Ancora qualche minuto per far dorare l’altra parte, et voilà.


La frittata è fatta.
Spero di essere stata esauriente…siccome sono un po’ imbranata, le prime volte faccio dei pasticci inguardabili anche se magari il sapore non è male; poi comincio ad elaborare i passaggi e le cotture, per cui mi piace essere precisa nello spiegare le ricette, anche se poi i disastri sono sempre dietro l’angolo…



A più tardi con la torta di mele

22 commenti:

  1. la frittata fatta come l'hai desritta è meravigliosa sono i vecchi saporebravissima sono una nonna che cucina molto e ho una famiglia numerosa grazie

    RispondiElimina
  2. prego!La ricetta è veramente di famiglia, semplice ma buona, le ricette di mamme e nonne sono sempre le migliori!!
    Grazie per la visita

    RispondiElimina
  3. .. Scusa, ma le uova? ..

    RispondiElimina
  4. se non le ho messe, significa che non ci vanno, mi pareva ovvio

    RispondiElimina
  5. Normalmente io la faccio con le uova (come una normale frittata) mettendoci le patate lessate e tagliate a dadini, passate in un po' di burro. Anche così però devo dire che è molto buona!

    RispondiElimina
  6. allora la proverò anche con le uova!

    RispondiElimina
  7. senza uova che frittata è?
    Donatella

    RispondiElimina
  8. Hai un nome alternativo? A casa mia si è sempre chiamata così dai tempi di mia nonna, non vedo perchè dovrei cambiarlo

    RispondiElimina
  9. se si chiama frittata DI patate, credo sia naturale che non ci siano uova. se ci fossero state, sarebbe stata frittata ALLE patate.

    complimentoni per la ricetta!

    RispondiElimina
  10. Ciao Geillis
    ti ho trovato per caso a dir la verità... ma la tua frittata mi ha incuriosito molto,e così ho provato a farla... bè..... devo dire che la tua spiegazione è stata molto facile seguirla(visto che sono una frana in cucina)brava nella descrizione e, devo dire, davvero buonissima.
    Grazie

    RispondiElimina
  11. Ciao Piz!
    Questa è stata una delle prime ricette che ho scritto, ero ancor alle prime armi come blogger, eppure è una di quelle che vengono a vedere più spesso, chissà perchè?

    Sono veramente contenta che ti sia piaciuta, io la faccio spesso
    :-)

    RispondiElimina
  12. Ciao Geillis
    forse perchè è semplice e veloce e nello stesso tempo molto buona, almeno per me è stato così, amo le cose semplici che poi son sempre quelle più buone.
    E, complimenti di cuore al tuo blogger

    RispondiElimina
  13. Ciao Geillis bella la ricetta della frittata di patate. Ho letto che sei appassionata di fotografia in BN. Ti lascio il link della mia ultima mostra. Ciaoooooo

    http://www.emiliorescigno.it/lourdes/album/index.html

    RispondiElimina
  14. Vado a vedere volentieri, Emilio

    RispondiElimina
  15. Ciao! Ho scoperto "per caso" il tuo blog e voglio farti i complimenti perchè è veramente bello e pieno di cose interessanti! Da oggi è fra i miei preferiti e ti seguirò quasi giornalmente! Ho subito provato questa ricetta (qualche secondo fa...gnam!) e te ne ringrazio! Mio marito sono circa 7 anni che mi chiede di fargli questa frittata di papate ma non mi sentivo "sicura" poi ho letto la tua ricetta ed in 4 e 4 ...8 era già in tavola! Buonissima! Ho solo aggiunto un pò di pepe e di noce moscata nelle patate oltre ad un pò di prezzemolo (mi piace vedere un pò di verde)Nel momento di girarla (ahimè) sono saltata perchè ho toccato con la mano la padella bollente e la frittata si era un pò "scomposta" ma fortunatamente ho recuperato... Grazie ancora

    RispondiElimina
  16. @ Niki: ogni tanto anch'io mi perdo i pezzi, per fortuna riesco sempre a recuperare tutto! Questa ricetta è semplice, ma noi la adoriamo, anche perchè mamma la faceva spesso, c'è un odorino per casa, quando la faccio! Sono davvero contenta che ti sia piaciuta!!

    RispondiElimina
  17. la fa anche la nonna di mio marito, della provincia di Rieti, le chiama "patate sciattate" (patate schiacciate). Devo provare a farla....grazie della ricetta...

    RispondiElimina
  18. Frittata Vegan.
    Buonissima!
    Stefania

    RispondiElimina
  19. anche mia madre la faceva sempre nella vecchia e annerita padella di ferro che ancora usa e non si attacca affatto... quando ero bambina ricordo che ne andavo matta ma anche adesso! Non ci vogliono uova, assolutamente! quella con le uova e le patate a tocchetti è un'altra ricetta, è una frittata di uova con patate..... non la "frittata di patate"...

    RispondiElimina
  20. la mia mamma aggiungeva anche un pò di rosmarino.... ma è comunque buonissima. brava!

    RispondiElimina

Pellegrino che ti aggiri per queste lande incantate, mi farebbe piacere una traccia del tuo passaggio...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails