I miei viandanti

mercoledì 20 luglio 2011

Viaggio a Barcellona: il mercato de la Boqueria


Siamo a passeggio sul lunghissimo rettifilo, più di un chilometro, che collega la centralissima Plaza de Catalunya con il porto, le famose Ramblas: verso la metà, sulla destra, si affaccia un'entrata di ferro e vetri colorati. Non esitate, se passate da queste parti: varcate l'ingresso, e vi tufferete in una atmosfera incredibile di colori e profumi.


Si tratta dell'antico mercato de la Boqueria, costruito a metà Ottocento sui resti di un antico convento di sant Josep.








Raramente ho trovato mercati così affascinanti,forse solo quello del Cairo e quello di Assuan, anche se di tipo completamente diverso, mi affascinato allo stesso modo, per l'abbondanza di delizie e per la cura e la grazia con cui sono disposte.
Banchi di frutta coloratissima, succhi, granite e macedonie, accanto a dolciumi, gelatine di frutta, confetti, caramelle, liquirizie e cioccolata, cremini e lecca lecca, sistemate vicino a cataste di torroni, confetture, vini, salumi, olii pregiati, olive di tutti i tipi, piatti da portar via ed ogni genere di prelibatezza, come non ne ho davvero mai viste in vita mia.
Davvero una gioia per gli occhi e per i sensi, che la machina fotografica solo in parte più riuscire a riprodurre.





I turisti si aggirano incantati, e devo dire che anch'io sono stata affascinata soprattutto dai dolci, ma sono riuscita a resistere: abbiamo preso solo dei succhi di frutta,anche quelli coloratissimi e ben freddi, sistemati tra il ghiaccio, mentre all'ora di pranzo spesso siamo passate di qua per comprare una bella macedonia, pranzo leggero e salutare (mentre la sera ci andavamo giù più pesante, tra paella, frutti di mare, sangrìa e patatine fritte: del resto, come si fa a resistere alle specialità locali?).





In questi banchi anche le uova diventano opere d'arte d'avanguardia! Uava di tutte le dimensioni, da quelle minuscole di quaglia a quelle giganti di struzzo, mai viste tante uova in vita mia, roba da fare una frittata megagalattica!


E questo è uno dei luoghi più famosi del mercato, il Bar Boqueria, un bancone in perfetto stile catalano, per sedersi a gustare pesce, tapas e vino.




Il mercato de la Boqueria, oltre che un luogo pieno di fascino per i turisti, è un vero e proprio mercato, con pesce freschissimo, formaggi, ed una infinita varietà dei famosi salumi spagnoli.
Ho avuto, per qualche istante, l'insano progetto di portare in assaggio a mio marito, un patito di salumi, qualche saporito esemplare di questi prelibati prodotti, progetto subito accantonato, dacchè non mi pareva carino viaggiare con un odoroso prosciutto o salame dentro la borsa, probabilmente il metal detector non me l'avrebbe neanche fatto passare!







E che dire di questa frutta secca, e delle lecca lecca giganti? Non finivo più di girare per i banchi, proprio come una bimba in un negozio di dolciumi!



Assolutamente un'esperienza particolare, quando si dice un'opera d'arte fatta di zucchero e cioccolata.

10 commenti:

  1. Ciao,

    che esplosione di magnifiche sensazioni.
    Bello bello, spero che quei prosciutti non siano stati dei Pata Negra. A costo di sentirmi male avrei fatto uno di tutto, magari senza riuscirci, però!!
    Bravissima.
    Un saluto da Stefano del blog Dillo a noi.

    RispondiElimina
  2. Hai un blog carinissimo e ti seguo volentieri!
    Se ti va di dare un'occhiata al mio piccolo mondo,sei la benvenuta!Lo troviqui!

    RispondiElimina
  3. Che bel post, mia cara, mi riporta indietro ad un viaggio fatto con una amica a Barcellona. Città interessantissima, ricca d'arte e di "visioni". Questo mercato però non lo abbiamo esplorato purtroppo ed è un vero peccato a giudicare dalle immagini, soprattutto per un'appassionata di cibo, colori, profumi come sono io. Complimenti per i tuoi post sempre tanto "profondi", passo davvero spesso di qui anche se non sempre lascio traccia... Grazie per ogni tuo post... per ogni "volo" che mi fai fare! ^_^ Bacioni. Deborah

    RispondiElimina
  4. Ciao..La Boqueria è un posto magico a Barcellona. Tutti quei colori, quei profumi, quei rumori ti avvolgono in un'atmosfera particolare e unica...non vorresti mai uscirne perchè sei sicuro che c'è sempre qualcos'altro di nuovo da scoprire! Le tue foto sono bellissime, e anche se è vero che esserci di persona è tutta un'altra cosa, le tue rendono benissimo l'idea di ciò che si può trovare...
    Ciao a presto

    RispondiElimina
  5. Barcellona....un po' di anni fa , ma ora sono a Madrid, e mi piace moltissimo stiamo camminando a più non posso da due giorni , ma ne vale la pena, e sabato ,in volo a Siviglia! un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  6. Che foto meravigliose, che bei colori, che nostalgia della Spagna....

    RispondiElimina
  7. Tu sei stata brava a resistere: io avrei cominciato ad acquistare un po' di questo e un po' di quello e poi di quell'altro ancora, e alla fine mio marito avrebbe dovuto portarmi via di peso :-D Post affascinante, cara! Sono ancora stordita da tutti quei colori :-)

    RispondiElimina
  8. Questo mercato è una delle parti di Barcellona che preferisco. Ne sono sempre rimasta affascinata. Rimarrei ore e ore a guardare i colori, annusando profumi e combinazioni. Bellissime le fotografie.

    RispondiElimina
  9. Adoro visitare i mercati quando viaggio, sono quei luoghi che ti fanno entrare nei colori e nei profumi di una città. Io sono rimasta incantata dai mercatini provenzali...

    RispondiElimina
  10. Anche per me la Bouqueria è stata una scoperta entusiasmante, per i colori, l'atmosfera che ti avvolge,la quantità di spezie e aromi ...e quel banco di pesce a semicerchio che sembra non finisca mai...
    al solito sai risvegliare ricordi felici.

    RispondiElimina

Pellegrino che ti aggiri per queste lande incantate, mi farebbe piacere una traccia del tuo passaggio...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails