I miei viandanti

sabato 30 maggio 2009

Crostata alla ricotta e marmellata di mirtilli




Siete partiti per il lungo week end? I tiggì ci hanno ammorbato con servizi sulle lunghe code ai caselli e sulle autostrade: sarà, ma dalle mie parti le strade sono piene di macchine parcheggiate, come al solito, e la via Boccea era piena di traffico, come un sabato qualunque...

Forse quelli del mio quartiere rimangono a casa, chissà...

Comunque, oggi poche chiacchiere, sono talmente tanto stanca del lavoro dei giorni scorsi da avere poche risorse mentali e creative a disposizione, allora vi lascio questa crostata che avevo visto tempo fa sul blog di Zio Dà, una versione a doppio strato con ricotta e marmellata e che mi aveva stuzzicato non poco.

Io non faccio spesso le crostate, più che altro per pigrizia, per non tirare fuori la spianatoia, impastare, stendere etc...
Tra l'altro con la pasta frolla non ho proprio un rapporto idilliaco: con le dosi normali mi riesce difficile lavorarla, va a sapere perchè, e poi quella quantità di burro mi inquieta (non amo in particolare questo tipo di grasso). Solitamente ne faccio una versione edulcorata, che farebbe inorridire qualsiasi purista della pastafrolla: diminuisco il burro, lo sciolgo invece di metterlo morbido, ci aggiungo un paio di cucchiai di liquore e mezza bustina di lievito.

Insomma, un mezzo pastrocchio, ma a me non dispiace.
La crostata di ricotta la faccio, qualche volta, anche se spesso risulta un po' pastosa, impegnativa da mangiare e da digerire.

Stavolta ho provato a fare la pastafrolla classica, seguendo le indicazioni di Zio da', e devo dire che è riuscita benissimo: anche l'impasto era ottimo, ho solamente sostituito il tipo di marmellata, invece di quella di amarene ho messo quella ai mirtilli, ma semplicemente perchè non l'avevo in casa! Trovo che la ricotta si abbini meglio con della marmellata scura e poco dolce, più forte e meno smielata di quelle di pesca o albicocca.
La prossima volta, magari, provo con quella di visciole, una confettura difficile da trovare ma dal sapore inconfondibile: anni fa si trovava quella dell'Arlecchino, scura, leggermente asprigna, una delizia...le ultime che ho assaggiato non erano assolutamente all'altezza, chissà perchè...





E allora, la pagina originale è questa, vi riporto per comodità le dosi della ricetta:

Pasta frolla :
gr. 300 farina 00,
gr. 150 burro,
gr. 150 zucchero,
1 uovo e 1 tuorlo.

Crema alla ricotta: :
gr. 500 ricotta,
gr 200 zucchero, 1 uovo,
strega a piacere (io ne ho messi 2 cucchiai).

un vasetto di marmellata di mirtilli da 400 grammi

teglia da 26 centimetri di diametro


In forno sul terzo ripoano dal basso, a 180 gradi, per circa 1 ora, più 5 minuti di grill elettrico per colorire la superficie superiore.


15 commenti:

  1. meravigliosa crostata...io parto domani...non vado lontano giusto uno stacco che serve più al galletto che a me....un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ebbene sì...Confesso la mia sfrenata passione per la ricotta :P Oggi ti ruberò la ricetta di questa ottima crostata (ho giusto un vasetto di marmellata di mirtilli) e me la papperò in tuo onore. Brava Geillis!!!

    RispondiElimina
  3. mi hai deto una bella idea ! un doce giusto per oggi!! visto che è brutto tempo e non posso andare al mare la preparo subito ! poi ti farò sapere come mi è venuta.
    baci e buona domenica!!!

    RispondiElimina
  4. wow!!!!
    ti è venuta benone!!!!
    grazie per averla provata!! (smuack!!!)

    ps: in settimana mi porteranno la marmellata di visciole (home made)
    non vedo l'ora di provare la versione originale!

    ciaoooo e buona settimana!

    RispondiElimina
  5. Un'autentica prelibatezza!!! bacioni..

    RispondiElimina
  6. Adoro le torte con la ricotta... e impazzisco per il cheese cake!!!
    Ho una ricetta di una torta di robiola FAVOLOSA!!! Magari un giorno la posto sul mio blog... Ti assicuro, è da urlo!!!
    Ultimamente ho poca voglia di cucinare, ma questa ricetta la metto da parte per quando l'entusiasmo culinario si farà di nuovo sentire.
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
  7. Bè,per la frolla hai seguito un maestro!
    davvero molto buona e particolare con i mirtilli

    RispondiElimina
  8. si presente molto bene, deve essere veramente buona!
    ciao Reby

    RispondiElimina
  9. Mmh... io adoro la crostata... è il mio dolce preferito! Ammetto di avere anch'io dei problemi con la pasta frolla: con le dosi delle ricette mi viene sempre impossibilie da impastare, perciò ci aggiungo il latte.
    Qui niente ponte, il mio moroso lavora anche oggi :-(

    RispondiElimina
  10. davvero particolare,dall'aspetto molto goloso e romantico,bravissima ;)

    RispondiElimina
  11. uffa che fame...che buona la crostate...e le torte fatte in casa in genere... le adoro...

    RispondiElimina
  12. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina

Pellegrino che ti aggiri per queste lande incantate, mi farebbe piacere una traccia del tuo passaggio...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails