I miei viandanti

lunedì 10 marzo 2014

Angoli sconosciuti della Basilicata



Ripescando foto delle estati scorse, oltre al Trentino, l'Abruzzo, mi sono accorta di avere anche delle foto piuttosto suggestive di un paesino della Basilicata,  sperduto tra le montagne lungo la costa lucana.





 La Basilicata è davvero una terra meravigliosa che non mi stancherò mai di consigliarvi, una terra  di forti contrasti, in cui alte scogliere verdeggianti scivolano ripide nelle acque cristalline dello splendido mare lucano, mentre a pochi chilometri l'entroterra ha il sapore delle montagne del sud.




Di questa regione turisticamente è più battuta la costa e le sue spiaggette rocciose, ma basta addentrarsi per pochi chilometri verso l'interno, per entrare in un mondo che pare lontanissimo da quello marino. Noi abbiamo soggiornato nel paesino di Maratea, come ho già avuto modo di raccontarvi. Oltre ad esplorare le spiagge, abbiamo fatto anche vari giri nell'interno, spesso senza una meta precisa,  solo per il gusto di esplorare una regione per noi sconosciuta.





Da Maratea si può scendere sul litorale, a nord verso Sapri, il golfo di Policastro e quindi la costa campana, oppure scendere verso la costa calabrese, liscia e sabbiosa. Oppure si può risalire verso l'interno, inerpicandosi tra montagne tranquille e quasi disabitate, che in alcuni punti mi hano ricordato le montagne silenziose dell'entroterra dell'isola di Creta, anche quelle completamente diverse dalle affollate coste.

L'antico paesino che vedete in queste belle immagini è Trecchina, in cui diamo capitati davvero per caso, sulla strada che va verso l'autostrada,  in direzione Lagonegro e Lauria, che avevo visitato nella vacanza di tanti anni fa, ma a cui stavolta non siamo arrivati.





 In questa gita siamo arrivati casualmente nella parte antica del paese, di originale medievale; abbiamo parcheggiato la macchina perché  questa parte del paese èprevalentemente pedonale e fatta a scale. Vi conviene lasciare la macchina qui, salire e scendere per tutto l'abitato, e poi tornare per le strade in mezzo al bosco fino al punto di partenza, almeno avrete anche la visione dal paese moderno  dall'alto.

Il punto più alto dell'abitato medievale è il castello,  o palazzo baronale, risalente al Cinquecento,  di cui rimangono solo delle imponenti rovine molto affascinanti.




 Abbiamo proseguito il giro senza avere una meta precisa, ci siamo semplicemente persi nei vicoli ripidi e deserti, osservando il panorama  che si stendeva di fronte a noi, una visione sconfinata verso le montagne interne dela Lucania,  accarezzate dal sole del tardo pomeriggio estivo.
Questo paese sembra davvero fuori dal mondo e dal tempo!




Trecchina è diviso in due parti distinte,  l'abitato antico sulla parte più alto, che venne abbandonato a partire dal Settecento a seguito di terremoti, quando gli abitanti cominciarono a trasferirsi a valle, formando un paese completamente diverso, che si intravede in lontananza sia dal centro storico che dalle strade in mezzo al verde che girano intorno all'abitato.




Insomma, spero proprio di avervi invogliato a visitare questa terra così ricca di bellezza, natura e mare!

11 commenti:

  1. Carinissimo questo paesino!La nostra Italia è solo un piccolo stivale ma ha ogni tipo di bellezza da quella naturale a quella architettonica!Baci,rosetta

    RispondiElimina
  2. bello , bello, bello , un post interessante e bello , ma è già stato detto???
    un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  3. Missione compiuta! Sei riuscita a farmi incuriosire!

    RispondiElimina
  4. Bellissime le foto ...mi fanno venire voglia di vacanza !!!!!!!!!!!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  5. Sì, mi ricordo che ci hai raccontato di Maratea! E' un tipo di vacanza che vorrei fare, mi piace l'idea di coniugare il mare alla visita di paesini tranquilli e ricchi di verde.

    RispondiElimina
  6. Ciao Laura, la Basilicata è una regione che conosco pochissimo…grazie delle belle foto, ci sono angolini deliziosi!

    RispondiElimina
  7. Lo sai cosa mi fa veramente arrabbiare? La Basilicata la conosco bene ma ci sono regioni, cittadine, borghi bellissimi che nessuno conosce. E perché? Perché se è vero che da un lato la gente è pigra e cerca poco angoli sconosciuti, dall'altro non si fa promozione, non ci si "vende" bene. Prendi ad esempio l'Irpinia...verdissima, ricca di vigneti, castelli, bei paesini e borghi, un parco regionale del Partenio con boschi, percorsi per escursionisti e speleologi, una cucina fantastica, il mare del Cilento a mezz'ora di macchina, Paestum, Padula con la sua bellissima Certosa e Pompei a poco più di tre quarti d'ora...e turisti? Pochi... Lo stesso è per la Basilicata...e meno male che a Matera qualcuno c'è stato dopo il film The Passion, altrimenti... Hai fatto benissimo a pubblicare questo post...dobbiamo promuovere le meraviglie poco conosciute del nostro Paese!! Un bacione e grazie!!

    RispondiElimina
  8. Sono piemontese e la mia compagna è lucana. Ogni anno (ormai da tredici anni) ci rechiamo in quei luoghi ameni e suggestivi. Che dire? La Basilicata è una regione davvero tutta da scoprire. Ospitali gli abitanti, straordinari i paesaggi (molti angoli sono ancora incontaminati), di ottima qualità i cibi.

    Per me una seconda casa.

    Cordiali saluti, Gian Piero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono completamente d'accordo con te!!

      Elimina
  9. Salve!

    Abbiamo visto che hai tantissime ricette deliziose! Vogliamo presentarti il sito Ricercadiricette.it, una comunità dove i foodblogger possono condividere insieme tutte le loro ricette, gli utenti sicuramente si gusteranno il tuo blog!
    Abbiamo anche creato il Top blogs di ricette, dove puoi trovare tutti i blog che ci sono già aggiunti, ed anche aggiungere il tuo blog all’elenco! E tutto su Ricercadiricette.it è gratuito!

    Restiamo a tua disposizione!
    Andreu
    Ricercadiricette.it

    RispondiElimina

Pellegrino che ti aggiri per queste lande incantate, mi farebbe piacere una traccia del tuo passaggio...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails